Come scegliere il lampadario della camera da letto

Come scegliere il lampadario della camera da letto

La camera da letto è il proprio angolo personale, in casa. Un luogo in cui ci si riposa e ci si rilassa, e di conseguenza bisogna arredarla secondo le proprie preferenze, in modo da creare un’atmosfera distensiva.

Come scegliere il lampadario

Essendo la camera da letto il luogo in cui dormire e riposare, il lampadario dovrebbe emanare una luce che non sia troppo forte, ma nemmeno troppo debole. Può essere posizionato in un qualunque punto del soffitto, ma si deve tenere conto di quali parti della camera occorre una maggiore illuminazione. Se la stanza è di piccole dimensioni, è bene metterlo al centro.

Si deve anche considerare la sua dimensione: più è ampio, più illuminerà la stanza. Di solito, per una camera di trenta metri quadri, si opta per un lampadario grande all’incirca cinquanta o sessanta centimetri. Per la metà dello spazio, ne occorrerà uno di quaranta centimetri.

Lo stile del lampadario deve essere coordinato a quello dell’arredamento della camera, dal momento che ne esistono diverse tipologie. Ovviamente, bisogna considerare anche come si vuole distribuire le luci nella propria stanza.

Tipologie di lampadari

Esistono diverti tipi di lampadario, con stili e materiali diversi. Ad esempio, si possono elencare, a seconda del materiale e del colore:

  • dei lampadari dalla forma conica e dai colori tenui, come il bianco il rosa, che sono adatti a una camera ammobiliata in uno stile classico;

  • dei lampadari in tessuti, dai colori pastelli, con dei disegni;

  • dei lampadari in materiale plastico, che sia colorato o bianco, per rallegrare l’ambiente:

  • dei lampadari in materiali naturali, che sono adatti per una camera arredata in stile etnico.

E si potrebbe continuare ad elencare diversi tipi di lampadari, anche a seconda del numero delle luci, degli stili e delle forme. Si possono solo scegliere in base ai propri gusti.

Oltre al lampadario, nella propria stanza occorre avere anche una lampada da comodino, anch’essa da scegliere in base all’arredamento della camera, e magari dello stesso stile del lampadario.

Alcuni, preferiscono delle lampade di sale, ricche di sali minerali, che portano anche dei benefici sia fisici che psicologici, ma che non devono rimanere per più di cinque o sei ore al giorno.

Girando per negozi o su internet, si possono trovare i più diversi tipi di lampadari e di lampade per la propria camera da letto. L’importante è scegliere quella giusta, anche per evitare di spendere troppi soldi per l’oggetto sbagliato: alcuni lampadari per il soffitto, infatti, possono arrivare a superare i quattrocento euro di prezzo.

Lascia un commento