Guadagnare tanti soldi porta la felicità?

Per molti i soldi rappresentano un bene primario, altri invece si accontentano di quello che riesce a guadagnare e forse, sognando grandi vincite al SuperEnalotto ma la frase “i soldi non fanno la felicità” ha ancora un fondamento?

Come influiscono i soldi sulla personalità

Sicuramente salute e sentimenti restano i primi valori negli italiani, tuttavia nella nostra società è difficile fare a meno del denaro perché senza di esso non possiamo costruirci una vita agiata come ad esempio comprare casa, affrontare spese quotidiane e perché no, anche toglierci qualche nostro sfizio.

Purtroppo non tutti possiedono un lavoro abbastanza remunerativo ma oggi è possibile guadagnare soldi sfruttando la propria mente, anche su internet esistono dei video che descrivono com’è semplice guadagnare con l’intelletto.

E’ importante specificare che i soldi non cambiano la nostra personalità ma l’amplificano, ci permettono di non dipendere dagli altri e soddisfare i nostri desideri.

Spesso chi possiede tanti soldi tende ad apparire e non si rende conto di mostrare agli altri un’immagine falsificata di se stesso, e non solo, le persone che attribuiscono un valore primario al denaro tendono alla solitudine e quindi a rimanere da soli, prestate attenzione!

I soldi contano realmente?

Pasquale M., un nostro lettore, autorizzandoci a parlarne sul blog, ci confessa di essere stata una persona che basava la sua vita esclusivamente sui soldi e non riusciva ad essere lucido con tutto quello che lo circondava.

“sono riuscito a capire il mio errore solo quando mi sono ammalato rischiando di morire e mi sono reso conto che il denaro non è tutto anzi per me ora è all’ultimo posto”.

Pasquale, tramite un’esperienza negativa, è riuscito a dare un giusto valore ai soldi però è opportuno non aspettare una tragedia per aprire gli occhi e capire che la ricchezza è solo un fattore mentale e non morale che dona una sensazione di abbondanza e ci spinge a spendere e vivere determinate esperienze facendoci sentire liberi ma è risaputo che “l’eccesso non è mai positivo”.

Ovviamente ognuno è libero di guadagnare e spendere i propri soldi come desidera, ma non dimenticate che allo stesso tempo ognuno di noi è in grado di individuare i limiti da imporsi.

Lascia un commento